Tutorial Apple Aperture 3: Importare le foto.

Con questa serie di articoli voglio insegnarvi in modo semplice e veloce quali sono i passaggi fondamentali che vi aiuteranno ad usare in modo efficace il miglior programma di fotoritocco per computer Mac: Apple Aperture 3.

Vediamo subito come importare le vostre immagini da una fotocamera o dispositivi di archiviazione come penne USB o schede di memoria.

 

  • Iniziate l’importazione da qualsiasi fotocamera collegandola al vostro Mac, aprite Aperture e selezionate Import dal pulsante in alto a sinistra.

 

  • Subito dopo dal menù sulla sinistra selezionate la sorgente, che in questo caso è il MacBook Pro di Luca, se non volete importare tutti i contenuti, cliccate su Uncheck all.

  •  Per fare una selezione veloce di più foto contemporaneamente, selezionate come nel finder tenendo premuto il tasto sinistro e trascinando il mouse, evidenziate le foto e cliccate su una spunta qualsiasi in modo da deselezionarle. Effettuate lo stesso procedimento per selezionare le foto.

 

  • Sulla destra puoi trovare le impostazioni di importazione che ti consentono di:
  1. avere informazioni sui file
  2. rinominarli durante l’importazione
  3. aggiungere un Time Zone
  4. aggiungere dei metadati (Descrizione, Keyword, Copyright)
  5. aggiungere degli effetti su tutte le foto direttamente in importazione con Adjustment presets
  6. scegliere se importare solo Foto o Video
  7. scegliere se importare solo JPEG o RAW
  8. aggiungere o meno AppleScript
  9. scegliere dove salvare il backup

 

  • Nella scheda “Aperture Library” è possibile dare un nome al nuovo progetto dove importare le immagini o sceglierne uno già esistente. Puoi inoltre scegliere se suddividere le immagini in diversi progetti (Automatically split projects) in base alla giornata in cui sono state scattate e non importare le foto già presenti nella libreria con la spunta “Do not import duplicates”.

  • Nella Tab “File Info” puoi vedere selezionando le singole immagini il nome del File originale, la data di acquisizione, la grandezza, e la dimensione in pixel.
  • Questa è una funzione veramente interessante (Metadata Presets), dove puoi aggiungere una serie di Informazioni ai Metadati della foto finale, tra cui una descrizione, delle parole chiave, la città, lo stato e il copyright.
  • Altra funzione interessante è quella di applicare automaticamente dei presets che abbiamo installato o creato attraverso la tab “Adjustment Presets
  • In “File Types” puoi scegliere se Escludere le foto, i video, i file audio o includere solo i file selezionati o bloccati dalla fotocamera, come la funzione Protezione immagini delle fotocamere Canon.
  • Sotto la voce “Rename Files” puoi scegliere come rinominare le foto importate, puoi impostare un nome personalizzato con indice (con o senza spazi), aggiungere la data di scatto o nominarle con un contatore.
  •  Nel menù “RAW + JPEG Pairs” puoi decidere se importare entrambi i formati salvati nella fotocamera o solo uno dei due.
  • Nella sezione “Backup Location” è possibile impostare una destinazione al file di backup che verrà creato in modo automatico.
Per iniziare il processo di importazione cliccare su Import Checked, tutte le vostre modifiche verranno salvate sulle foto selezionate e importate all’interno del progetto selezionato in base alle vostre scelte.
Il processo di importazione viene indicato dall’indicatore di caricamento in fondo alla finestra di Aperture, cliccaci sopra due volte per avere più informazioni riguardo lo stato di caricamento delle foto.
È inoltre possibile cancellare un lavoro, selezionandolo e cliccando “Cancel Task” o “Pause Task” per metterlo in pausa.

Lascia un Commento